martedì 23 aprile 2013

P come Pisolini




http://www.topipittori.it/it/catalogo/il-grande-libro-dei-pisolini

Che bello fare un pisolino! Non un sonno lungo lungo, come quello di Biancaneve o Cenerentola, e forse nemmeno uno che duri tutta una notte. Un pisolino è piccolo piccolino, come i protagonisti di questo albo, che si chiamano bambini anche se sono orsi e leoni. Le rime accompagnano e cullano la narrazione, trasportando ogni cucciolo dentro il suo pisolino. E chissà che questo non si trasformi invece in un sonno lungo una notte intera...
 
Come incomincia:
 
"Ninna nanna dei lettini
dormono bene questi bambini.
 
Dormono gli orsi sotto il piumone,
spegne la luce anche il leone.
 
Dorme il delfino, pisola il tonno
gallo e gallina cadon dal sonno
 
la capra bacia i sette capretti.
Sogna il mio cane polpette e spaghetti.
 
Ninna nanna dei lettoni
dormono bene questi pigroni.
 
Ronfa la volpe sotto il lenzuolo
solo di giorno riposa l'assiolo.
 
ZOBOLI G. - MULAZZANI S., Il grande libro dei pisolini, Topipittori
 
Parliamo di pisolini...
 
Stimoliamo la conversazione sui pisolini: cominciamo col chiedere la differenza tra "pisolino" e "sonno" o "nanna". Qualcuno troverà una prima differenziazione proprio nella loro lunghezza: la parola "pisolino" dà esattamente l'idea di un sonno breve, da schiacciare tra qualcosa e qualcos'altro (se vogliamo, senza necessariamente parlare già di diminutivi, possiamo portare i bambini a riflettere sul suffisso -ino/-ina e sulla sua valenza grammaticale).
Chiediamo ai bambini QUANDO, DOVE, CON CHI si può schiacciare un pisolino. E poi: perchè si dirà "schiacciare un pisolino"? (forse perchè quando ci si sdraia per dormire, quel che rimane sotto di noi risulta schiacciato?).
E' sicuramente interessante parlare delle posizioni del "pisolino". se per dormire un lungo sonno, è consigliabile essere sdraiati, per fare un bisolino a volte basta essere seduti: e c'è chi si addormenta addirittua in piedi.
Chiediamo quindi ai bambini di disegnare se stessi mentre schiacciano un pisolino e utilizziamo le illustrazioni per realizzare "Il grande libro dei Pisolini dei Primini".
Il libro si presta a stimolare una conversazione sulle diverse abitudini di animali diurni e notturni (tutti sanno che il gufo e la civetta vegliano di notte, ma quali altri animali fanno loro compagnia?) e sui "mestieri" umani che si svolgono mentre tutti (o quasi) dormono.