sabato 20 aprile 2013

Un nuovo inizio

I libri sono uno dei più grandi amori della mia vita, e gli albi illustrati per l'infanzia sono pura passione. Sono stata per quattordici anni insegnante di scuola dell'infanzia, ed ora insegno da nove anni alla primaria.
La mia passione è anche il mio lavoro: io sono "la maestra dei libri". E allora perchè non utilizzarli per insegnare a leggere e a scrivere, invece di passare la vita a fare e a distribuire fotocopie? Perchè non crescere nei bambini l'amore per la bellezza, anche attraverso il genio e la creatività di grandi autori e illustratori per l'infanzia?
"APEdario" nasce così: io lo userò a settembre, con le mie due nuove prime. E se qualcun altro desidera unirsi a me, ben arrivato!
L'idea di questo progetto nasce dalla necessità di una didattica dell'italiano in classe prima (scuola primaria) strettamente connessa al vissuto del bambino tramite la lettura di albi illustrati per l'infanzia e la presentazione dell'alfabeto attraverso i rispettivi protagonisti. Ogni storia diventa quindi un magnifico pretesto per parlare della quotidianità, di storie fantastiche e suggestive, dei propri sentimenti, della relazione con i pari e con gli adulti, in una continua fruizione di letteratura di qualità e di una rappresentazione iconica che diventa stimolo per la creatività e la strutturazione di uno stile grafico-pittorico personale e non stereotipato.
"APEdario" ripercorrerà l'intero alfabeto in un ordine particolare, partendo cioè dalle prime lettere che vengono presentate ai bambini, per terminare con suoni dolci e duri, digrammi, trigrammi e lettere straniere.
Ogni post sarà dedicato ad una lettera dell'alfabeto, presentato non nell'ordine che noi conosciamo, ma così come vengono solitamente affrontate le diverse lettere nel corso del primo anno di scuola; da qui il nome di APEdario (A, P ed E sono solitamente le prime lettere insegnate agli alunni, che possono cominciare ad utilizzarle per formare le prime sillabe e parole).
Vi aspetto al prossimo post...
Antonella