venerdì 21 aprile 2017

Taccuini di viaggio, ovvero Scrivere e disegnare per ricordare


C’è davvero tutto, nei taccuini di viaggio che i ragazzi hanno iniziato durante la visita d’istruzione a Mantova, per poi completarli come compito durante le vacanze pasquali: parole, immagini, schizzi, disegni, fotografie, errori ortografici, poesie, pianti e risate, cartoline, prezzi dei souvenir, la sbrisolona, la stanchezza del viaggio, il grassie alle maestre, l’arte, la religione, la storia, la natura, il divertimento…


Soprattutto, lo dicevamo proprio nei giorni scorsi in classe, c’è la possibilità di ricordare, quando, magari tra un quarto di secolo, un’altra classe andrà nuovamente in gita proprio a Mantova.
Allora, forse, un papà, una mamma, uno zio o un’amica grande, cercherà in una scatola un vecchio taccuino di viaggio, e lo sfoglierà insieme a un ragazzino che gli somiglia.