lunedì 22 maggio 2017

Lavorare in gruppo serve davvero? La parola ai ragazzi (2^ parte)




















Perché vi piace lavorare in gruppo?
Perché secondo me un po’ impari le cose che non hai capito e un po’ ti diverti
Perché tu vai a scuola pensando che di solito è noiosa, invece, quando fai i lavori, impari divertendoti
Per me lavorare in gruppo è bello perché magari a te vengono delle idee e ai tuoi compagni ne vengono altre, e a magari unendo le idee si può creare qualcosa di utile
Perché almeno a stare con gli amici ti diverti, invece se fai le cose da solo ti diverti meno
Per me un pochino puoi stare con i tuoi amici e se tipo dobbiamo scrivere un testo, con più persone, trovi più parole, più idee e lo fai più arricchito
È bello stare in coppia, in gruppo perché se tutti sappiamo le cose, però qualcuno ne sa una nuova e l’altro non sa quella, ci possiamo dire le cose che abbiamo imparato e gli altri imparano
Per imparare a lavorare in gruppo
Perché può servire quando tipo se fai una cosa da solo di solito ti annoi, invece in gruppo puoi scambiare le idee e non ti annoi con i tuoi amici
Io ho due motivi: il primo è che quando siamo in gruppo, e siamo sparsi, non solo facciamo amicizia con le persone che conosciamo già, ma anche con le persone che non conosciamo bene, e il secondo è che possiamo aiutarci a vicenda e possiamo anche imparare a dividerci i compiti
Secondo me è utile e piacevole
Per me è molto utile perché aiutandosi a vicenda si può raggiungere l’obiettivo più facilmente e così si può anche fare amicizia con chi non ti sta particolarmente simpatico
Si può sia divertirsi sia se stare con i tuoi amici sia imparare



Perché puoi restare con qualcuno con cui non sei mai restato vicino e ti piacerebbe stare con lui e si lavora bene
Che magari nel tuo gruppo succede qualcosa che non dovrebbe succedere ma che fa tanto ridere e quindi ti diverti tanto
Almeno ti fai degli amici che poi non giochi con loro, non parli mai e forse la maestra non riesce a dire le cose bene e lui te lo spiega meglio, forse
Per me è utile, basta che non facciamo troppo gli stupidini, e poi è utile perché puoi confrontare le cose che tu sai con quelle che non sai e te le possono spiegare
Mi piace fare lavorare in gruppo perché mi piace fare i cartelloni, e se lavori in gruppo di solito li fai
Per me è un’opportunità di conoscere bene i compagni, che magari all’inizio ti stanno un po’ antipatici, invece poi conosci bene i loro gusti e diventi loro amico o anche perché uno ha delle idee, e un altro bambino ha un’altra idea e viene fuori una cosa più bella tutt’e due messe insieme, e così ognuno si può esprimere
Che magari trovi qualcosa che piace a te e anche al tuo compagno, così magari invece di stare sempre vicino allo stesso compagno hai la possibilità di lavorare con qualcun altro
Che almeno non ti senti solo e hai più menti in gioco




Quali sono gli aspetti negativi?
Se poi se non si va d’accordo si può litigare
Che magari qualcuno vuole fare una cosa e gli altri gli dicono di no perché non è bella, ma lui la fa lo stesso, e quindi litigano
Che magari non tutti van d’accordo e quindi si litiga, oppure magari uno sbava un pochino, sbaglia e gli altri magari lo giudicano
Che se uno non è proprio amichevole e preferisce stare da solo, quando lavora in gruppo magari fa delle cose che interessano solo a lui
Che se ci sono gruppi che fanno delle cose bellissime e vicino ci sono gruppi che non hanno idee, è probabile che il gruppo che non ha idee copi l’altro
Che in gruppo si propongono diverse idee, e quindi vogliono fare cose diverse, e si litiga
Qualcuno non è particolarmente fatto per lavorare con gli altri e fa tutto da solo e poi succede che quel bambino lì sa tutto, mentre gli altri non hanno imparato niente perché non hanno partecipato al lavoro di gruppo e quindi non è cambiato niente, potrebbe non essere cambiato nulla, il lavoro che si è fatto potrebbe essere inutile e al momento della presentazione, quando la maestra chiede ai bambini se vogliono aggiungere qualcosa, loro non parlano mai perché non hanno fatto niente e non possono spiegare e non possono neanche dire com’è andata
Che in un gruppo c’è un ragazzo o una ragazza che ha un’opinione e non lo lasciano parlare, o lo escludono
Che se un gruppo vuole rendere il cartellone più ricco, gli viene spontaneo copiare da un altro gruppo

Io lo trovo pure positivo questo lavoro in gruppo, però ci sono degli svantaggi visto che siamo una classe rumorosa, alla fine si crea caos e non è bello