lunedì 26 agosto 2013

SCI come scimmie (due, in cucina)


Quando scrivo di un libro, cerco di non “allargarmi” troppo: non ho le competenze per una recensione, o una lettura critica, e quindi mi limito ad una breve trama e al “Come incomincia”.
Nel riportare l’incipit di ogni albo, cerco di essere il più fedele possibile: maiuscole, punteggiatura, virgolettato… Solitamente vado a capo ad ogni cambio di pagina (qualcuno si ricorda il campanellino delle “Fiabe sonore”?) e cerco di rispettare la forma e la struttura del testo.

Poi, certo, talvolta mi vengono spontanee alcune domande; ad esempio, a Giovanna Zoboli, autrice di

Topipittori - Due scimmie in cucina  - copertina


chiederei perché nel suo testo non ha usato né le maiuscole (tranne una volta, per Michele: perché solo quella volta, mai prima o dopo?), né il punto, ma solo due volte i due punti, tre volte la virgola e una il punto di domanda.

Mi ha messo in un bel pasticcio: come farò a spiegare ai miei alunni che invece noi i punti, le virgole e le maiuscole dobbiamo usarle sempre, ogni volta che servono, e non, come i veri scrittori, quando lo crediamo giusto?

Insomma, Michele (con la maiuscola, naturalmente!) sa tutto delle scimmie: e tutto ciò che sa l’ha letto in un libro. Sa così tante cose che può addirittura trasformarsi lui stesso in una scimmia, e convincere la sorella, inizialmente un po’ antipatica (e anche un po’ fanfarona) a trasformarsi anch’essa in scimmia e a salire sugli armadi di cucina, dove, ammetterà, si sta proprio bene. 

Come incomincia:

“c’era un bambino di nome michele
e più di tutto gli piacevano le scimmie

 
le scimmie
aveva letto in un libro
abitano sugli alberi
e non scendono mai
scendono solo
quando passa una giraffa
per dispetto:
per farle chinare il collo

 
le scimmie abitano insieme
in gruppo
mangiano frutta
ascoltano musica
ballano
e perseguitano le formiche

 
quando c’è la luna piena, diceva il libro
le scimmie diventano romantiche
si fanno dichiarazioni d’amore
si regalano fiori
e stanno sveglie fino al mattino
per aspettare il sorgere del sole
e infine s’addormentano…”

 
ZOBOLI G. – SCARABOTTOLO G., due scimmie in cucina, Topipittori

 
Qui, http://www.topipittori.it/it/approfondimenti/due-scimmie-cucina sul sito dei Topipittori, la guida alla lettura.