martedì 12 maggio 2015

Un amico per Dragone, ovvero Una mela per amico






Si può essere amici di una mela?

Sì, se si desidera intensamente un amico







e un serpente decide di farti uno scherzo.






Certo, una mela è una compagnia molto silenziosa, e come se non bastasse, dopo qualche giorno cambia aspetto, al punto che Dragone decide di portarla dal dottore






Purtroppo il tricheco è davvero affamato






e Dragone, al suo ritorno, trova la mela vistosamente dimagrita.


 




Non c’è più molto che Dragone possa fare per la sua amica, se non sotterrarla






e, naturalmente, sentirsi molto triste




e solo.

 



Ma i mesi passano, e un grande albero è cresciuto nel prato di Dragone.

“Tutto a un tratto, qualcosa cadde dall’albero e colpì Dragone sulla testa. Era una mela.
Allora Dragone alzò la testa e sorrise.”





Racchiuso in poche, deliziose pagine, un semplice ma potentissimo inno all’amicizia (incondizionata e, a volte, addirittura insensata agli occhi degli altri), alla fiducia, alla speranza, alla vita.


Come incomincia:

“C’era una volta un drago blu che si chiamava Dragone e aveva una casetta tutta per sé. Ma si sentiva molto solo…
-Vorrei avere un amico- disse un giorno. E decise di girare il mondo alla ricerca di un compagno.

Dragone andò nel bosco e incontrò un piccolo scoiattolo nero.
-Vuoi essere mio amico?- disse Dragone.
-No- rispose lo scoiattolo –ho troppe cose da fare.
 
Dragone andò sulla riva del fiume e lì trovò un grasso ippopotamo grigio.
-Vuoi essere mio amico?- disse Dragone.
-No- rispose l’ippopotamo –sono troppo stanco.

Dragone andò allora allo stagno e incontrò un coccodrillo verde, tutto viscido e lucciccante.
-Vuoi essere mio amico?- gli chiese Dragone.
-No,- rispose il coccodrillo –io sono un animale cattivo!

Allora Dragone si sedette sotto un albero a pensare all’amico che avrebbe desiderato.
Quando, all’improvviso, una mela cadde dall’albero e colpì Dragone sulla testa.

PILKEY D., Un amico per Dragone, Il Battello a Vapore - Piemme