venerdì 21 agosto 2015

Creare con la natura

Un post di molti mesi fa, un inno alla natura, ai suoi frutti e a ciò che possiamo creare con essi:

Settembre 2014
 
Mi piacciono, come a quasi tutti, le belle sorprese. Mi piace ciò che rompe la routine, e d’improvviso crea un capovolgimento, una dissonanza. 
Non troppo spesso, però; altrimenti la casualità diventa la regola, e non c’è più spazio per la sorpresa vera, quella che si dà dove prima c’era l’ordine.

Venerdì scorso ho avvisato i bambini che il lunedì successivo, al loro arrivo, avrebbero dovuto lasciare gli zaini, pieni del materiale della giornata, nell’atrio. Ieri mattina molti si sono ricordati di quel che avevo chiesto, e fremevano impazienti chiedendosi cosa avremmo fatto, senza astucci, libri e quaderno.

Abbiamo fatto gli artisti: senza matite, fogli e colori, ma con otto cartoncini 50x70 a tinte il più possibile vicine al naturale e il materiale raccolto durante l’estate
 http://apedario.blogspot.it/2014/09/tesori-destate.html

Abbiamo disposto una decina di banchi al centro dell’aula e vi abbiamo diviso i sassi dalle conchiglie, i bastoncini da ghiande, noci e castagne, i tappi dai rami con foglie e ricci.
Poi i bambini hanno scelto in quale gruppo lavorare, a seconda del colore del cartoncino o dei compagni preferiti. Ogni gruppetto, formato da 3/4 bambini, ne "inviava" uno a turno a scegliere tre oggetti. Una volta raccolto materiale sufficiente, i gruppi hanno cominciato a creare: