lunedì 23 settembre 2013

A caccia di A


Questa mattina, caccia grossa di A:

foglio A4 piegato verticalmente a metà, poi orizzontalmente due ulteriori volte, in modo da avere il foglio suddiviso in 8 piegature.
Ho chiesto poi ai bambini di chiudere gli occhi e di pensare a cose o animali che iniziassero con la lettera A. Per ogni nome che rispondesse alla richiesta ognuno ha realizzato la relativa illustrazione a tratto-pen nero all’interno di uno dei rettangoli.

Dopo aver raffigurato otto tra oggetti e animali, ne abbiamo scritto i nomi sul quaderno, corredandoli con il disegno ritagliato e incollato.

Questo il lavoro in fase di realizzazione (ci vuole un sacco di tempo per scrivere e disegnare 8 nomi!)...
 



 
 
Ricchi premi e cotillon per chi indovina il nome dei prossimi tre raffigurati (il primo è facile, gli altri due molto, molto meno!)... Ricordatevi che iniziano con la A

 
 

 
Lo so che a questo punto qualcuno si starà chiedendo se non sarebbe stato più semplice (e veloce) scrivere le parole e illustrarle direttamente sul quaderno; ho però notato negli anni che il disegno con pennarello nero a punta sottilissima rende molto bene, anche una volta colorato.

La scelta di utilizzare il foglio A4 suddiviso in rettangoli uguali permette di delimitare lo spazio disponibile per il disegno per ogni bambino, che anche in questo modo impara a utilizzare strumenti e spazi diversi (per non parlare dell’affinamento delle capacità di piegatura e ritaglio).


A domani con il lavoro ultimato (almeno spero!)…