martedì 14 ottobre 2014

Mappe naturali, ovvero Ode a Facebook



Ho già scritto altri post riguardo a ciò che il libro Kubbe fa un museo 



ha stimolato e prodotto all’interno delle nostre due classi: un originale e piacevole compito per le vacanze http://apedario.blogspot.it/2014/06/compiti-per-le-vacanze-ovvero-k-come.html


e la realizzazione di alcuni elaborati artistici a piccolo gruppo, in cui la natura è diventata protagonista assoluta http://apedario.blogspot.it/2014/09/creare-con-la-natura.html

Da qualche settimana il materiale giaceva, suddiviso e classificato, in attesa di essere nuovamente utilizzato, finché domenica pomeriggio Emanuela Bussolati ha postato, sulla sua pagina Fb   , questa foto




Subito è scattata un’illuminazione: ecco un ulteriore, originale modo per utilizzare i nostri materiali raccolti durante l’estate.

Dopo aver osservato attentamente la fotografia con i bambini, abbiamo realizzato, con alcuni di loro, la prima mappa:









Per le altre due, invece, ho suddiviso i bambini che ancora non avevano lavorato in due gruppi e li ho lasciati lavorare in autonomia quasi totale: