mercoledì 15 ottobre 2014

Verifichiamo!


È passato ormai un mese dall’inizio della scuola e, anche se non è la cosa che preferisco, devo verificare e valutare (il registro va compilato obbligatoriamente). Avendo lavorato a lungo sull’alfabeto, è il momento di proporre ai bambini un lavoro individuale. Preparo quindi un elenco di parole accuratamente mescolate, in cui non solo inserisco una parola con iniziale ognuna delle 26 lettere dell’alfabeto, ma aggiungo un’ulteriore discriminante verso l’alto: per due consonanti, la S e la T, scrivo tre parole con identica iniziale e seconda lettera diversa. In questo modo posso verificare quanti bambini hanno effettivamente compreso questa regola complessa:
 



occhiali   latte   water   calzino   merenda   prato   stella   isola   uomo  tana   birbante   zoo   quadrifoglio   tendone   dromedario   xilofono  vita    albero   koala   turbine   sette   equatore   jeans  husky   giallo  nuvola   savana   yogurt   felicità   rete
 
OCCHIALI   LATTE   WATER   CALZINO   MERENDA   PRATO   STELLA   ISOLA  UOMO   TANA  BIRBANTE  ZOO    QUADRIFOGLIO   TENDONE   DROMEDARIO    XILOFONO   VITA   ALBERO  KOALA    TURBINE  SETTE    EQUATORE   JEANS    HUSKY   GIALLO   NUVOLA   SAVANA   YOGURT   FELICITÀ   RETE












Il lavoro viene svolto in completa autonomia (nessuno chiede di utilizzare l’alfabetiere che abbiamo realizzato un paio di settimane fa); i bambini scrivono in uno dei tre diversi caratteri (stampato maiuscolo, minuscolo o corsivo) a seconda del grado di sicurezza dimostrato finora; per alcuni è una scelta autonoma, per altri suggerita da me. Il tempo minimo di completamento del lavoro risulta essere di 27 minuti, quello massimo un’ora, oltre il quale chiedo ai bambini di chiudere il quaderno. Per chi termina in tempi più rapidi, ho predisposto un’ulteriore indicazione di lavoro, che prevede la produzione scritta di frasi, utilizzando alcune parole del lavoro precedente. In questo modo, anche i bambini più veloci risultano impegnati in un'attività e non si annoiano mentre i compagni terminano il proprio lavoro.








Le verifiche, con relative valutazioni, mi “hanno raccontato” alcune cose importanti: che  quasi tutti i bambini conoscono perfettamente l’ordine alfabetico completo (comprensivo cioè delle 5 lettere straniere) e che un numero significativo è capace anche di riordinare parole con la stessa iniziale. Certo, qualcuno ha trovato una parola con la S e l’altra con la T e non si è preoccupato che ce ne fossero altre. Qualcun altro non è riuscito a completare il lavoro entro l’ora; sebbene sembri davvero un tempo molto lungo, non bisogna dimenticare che, ogni volta che un bambino scrive una parola con l’iniziale corretta, deve poi ripetere tra sé l’alfabeto dall’inizio per trovare la lettera successiva: automatismi che l’adulto padroneggia (o, quantomeno, dovrebbe padroneggiare) speditamente, ma che il bambino acquisisce solo con l’esercizio costante. Inoltre, pochi padroneggiano il corsivo, e grande cura è stata generalmente dedicata anche alla calligrafia.
  

Insomma, bravi i miei bambini! 

P.S. Beh, certo, continueremo a esercitarci sull'uso delle maiuscole :)