martedì 9 ottobre 2018

C'è un Elmer per ogni bambino

Presento la E, ancora una volta, anche con Elmer.

E, ancora una volta, mi stupisco di fronte alla varietà degli stili grafici e delle scelte delle bambine e dei bambini che scelgono quale e quanto spazio utilizzare (o che sia altro a scegliere per loro?), come e cosa disegnare, e come colorare, se aggiungere o no del testo…

Mi verrebbe da dire che c’è un Elmer per ognuno, ognuna di loro.

C’è un Elmer che riempie tutta la pagina, tanto da sconfinare ben oltre i margini

uno perfettamente colorato e ben ancorato a terra, nonostante la zampa mancante

un terzo che pare preferire la dimensione aerea

un altro che non può fare a meno della pozzanghera a cui abbeverarsi, 



e uno che sa già usare la parola scritta…

Avrei potuto aggiungerne almeno altri trenta; questo è l’originale


Come incomincia:

C’era una volta un branco di elefanti.
Elefanti giovani, vecchi, alti, grassi o magri.
Elefanti come questo, quello o quell’altro,
tutti differenti e felici e dello stesso colore.
Tutti all’infuori di Elmer.

Elmer era diverso.
Elmer era multicolore.
Elmer era giallo, arancione,
rosso, rosa, viola, blu,
verde, bianco e nero.
Elmer non era
color elefante.

McKEE D., Elmer l’elefante variopinto, Mondadori