venerdì 21 febbraio 2014

Frasi, frasi, frasi...

Tempo di valutazioni, schede, colloqui. E come si fa a valutare, se prima non si è verificato?

Sono davvero convinta che ci siano molti modi per favorire l’apprendimento di un bambino: uno di quelli in cui credo maggiormente è sicuramente l’apprendimento cooperativo. Detesto la competizione fra compagni, la ricerca ossessiva di essere sempre più bravi, e di dimostrarlo a se stessi e agli altri. Non sopporto l’idea che già a questa età un bambino possa anche solo pensare di valere meno di un altro solo perché ha preso un voto più basso.

Ai bambini piace tanto lavorare a coppie, specie se possono farlo con gli amici del cuore: è un momento importante, anche se genera spesso notevole confusione (non si può certo chiedere di lavorare in silenzio, e 12 o 14 coppie i cui componenti discutano tra loro producono spesso un notevole caos). Però è davvero pieno di significato vedere i frutti di questo lavoro, in termini di collaborazione, aiuto, sostegno.

Prima, come sempre, abbiamo pensato e scritto insieme alcune parole che iniziassero o contenessero la consonante indicata, in questo caso la F
 


 
 
poi abbiamo prodotto collettivamente alcune frasi d’esempio




Infine, la maestra ha formato le coppie (come diceva lo zio di Spidermen “Da grandi poteri derivano grandi responsabilità”) che hanno lavorato insieme per 30 minuti, producendo frasi originali e ricche (in alcune si sente fortissima l’eco del precedente lavoro con le rime).





E, per concludere in bellezza, poteva forse mancare il dettato? J