lunedì 24 febbraio 2014

Z come zuppa (di sasso)

Non c’è niente da fare: se penso alla lettera Z, il primo libro che mi viene in mente è Una zuppa di sasso, di A.Vaugelade, Babalibri.


Così l'altra mattina, felice di avere tra le mani uno dei libri più sornioni che conosca, ho aspettato il momento giusto e l’ho mostrato ai miei bambini.

“Ma Anto, ce l’hai già letto!”
“Sì, quando abbiamo fatto la L di lupo!”


 
Quando si dice avere buona memoria (e non è certo la mia)!


Ho riletto comunque il libro, naturalmente senza il magnifico effetto sorpresa del lupo che prende il coltellaccio e…infilza il sasso, costretto poi ad andarsene con le pive (ops, il sasso) nel sacco.

Poi ho cambiato in corsa il lavoro che avevo programmato, e abbiamo cercato invece di ricordare, nell’esatto ordine di apparizione, gli ingredienti della zuppa che il lupo prepara per tutti gli inattesi ospiti





Manca solo il procedimento, ed ecco a voi il primo testo regolativo della storia scolastica dei miei bambini!