venerdì 6 febbraio 2015

Troppi guanti

Ci sono libri che, non appena li hai tra le mani, sai già che diventeranno una sorta di feticcio, di cui non potrai più fare a meno, che avrai bisogno di sfogliare di quando in quando, per non perdere la felicità che parole e immagini suscitano in te.

Fiabe d'inverno



è senza dubbio uno tra questi. Comprato poche settimane fa, è entrato di diritto tra gli irrinunciabili, quelli che regalerei ad ogni neo-laureato in scienze della formazione primaria, perché possa attingervi a piene mani per il proprio lavoro e per la meraviglia dei piccoli.

Io l'ho già usato in due occasioni
e sono sicura che anche il racconto di oggi riscuoterà lo stesso successo. 
 
Non posso aspettare: devo leggerlo questa mattina, mentre la neve imbianca ancora gli alberi e i prati. Non posso aspettare: lunedì potrebbe essere troppo tardi...



Come incomincia:

TROPPI GUANTI

Ned e Donny sono gemelli. Vivono nel Michigan, dove spesso d'inverno fa molto freddo e c'è un sacco di neve e di ghiaccio. Una volta, mentre la mamma e il papà erano in viaggio, la nonna andò a stare da loro. La nonna si prendeva molta cura di Ned e Donny. Quando i due ragazzi uscivano, la nonna diceva sempre: -Tiriamo su per bene la cerniera così state belli caldi, e mettetevi i guanti rossi.

Un giorno Donny non riusciva a trovare uno dei suoi guanti. -Devo averlo lasciato nel giardino di Janey ieri- disse. -Andiamo a prenderlo-. Ma quando Donny e Ned cercarono nel giardino di Janey, non videro nessun guanto rosso.

La mamma di Janey disse: -Se lo troviamo, ve lo faccio portare da Janey-. E infatti poco più tardi Janey andò a casa dei gemelli con un guanto rosso. -Ecco il guanto- disse la nonna. -Adesso te li attacco al giaccone, Donny, così non li perdi più.”

NOEL D. (A cura di), Fiabe d'inverno 13 storie di neve e Natale, Taschen

E grazie infinite a Giovanna Zoboli per lo splendido post: http://www.doppiozero.com/materiali/babau/accarezzare-linvisibile