martedì 16 giugno 2015

Apedario si presenta con ... Pico Pecora, piccolo blu e piccolo giallo



Pico Pecora




La vita scorre tranquilla nel gregge, finché Pico Pecora non trova una bicicletta e, nonostante il parere contrario dei compagni, impara ad andarci.

Essere diversi spesso vuol dire sentirsi soli, e Pico Pecora si allontana dal gregge. Nel buio, però, due occhi chiari lo guardano e un fiato lo insegue…


Come incomincia:

“C’era una volta un gregge di pecore, e nel gregge c’era Pico Pecora. Di giorno il gregge pascolava tranquillo nella brughiera. Alla sera, attorno al fuoco, si raccontavano storie paurose di lupi, e cose simili.
Proprio una bella vita tranquilla.
Un giorno Pico trovò una vecchia bicicletta.”

JAN VIS L. – PIUMINI R., Pico Pecora, Lemniscaat


Pico Pecora è strano.
Pico Pecora è fuori dagli schemi.
Pico Pecora è fuori dal gregge (in tutti i sensi :) )
Pico Pecora non ha paura di provare cose nuove.
Pico Pecora è coraggioso.
Pico Pecora è un sovversivo...

Da anni Pico Pecora è uno dei miei personaggi preferiti: semplicemente, lo adoro.

Ed ecco qualche Pico Pecora








Ma se a Pico Pecora piace pedalare, cosa piace a ogni bambino?









Cosa serve a un libro per essere definito capolavoro?

Forse la capacità di resistere al tempo e alle mode, di parlare un linguaggio universale, di essere comprensibile a ogni lettore; per me, sicuramente, una parte fondamentale la gioca quella semplicità che si ottiene togliendo, fino ad arrivare all’essenziale.


Piccolo blu e piccolo giallo risponde sicuramente a tutti questi requisiti. Piace ai piccoli e ai grandi, perché parla di cose essenziali: l’amore, l’amicizia, i legami, unirsi per poi tornare ad essere se stessi…





Piccolo blu e piccolo giallo si cercano, si trovano, giocano, si divertono, si perdono, si ritrovano, si abbracciano fino ad unirsi e a diventare…



 LIONNI L., Piccolo blu e piccolo giallo, Babalibri










Continuiamo così a scoprire quello che piace ai bambini, a permettere loro di parlare, scrivere e disegnare di sé, dei propri gusti e delle proprie passioni, valorizzando  l’individualità di ognuno e conoscendo ciò che li rende unici e speciali.