lunedì 27 giugno 2016

Letture estive: Lettere dello scoiattolo alla formica



Carissimo scoiattolo,
oggi voglio scriverti i miei ricordi.
I ricordi della formica.
Il mio primo ricordo è di miele.
Io che vado in barca sul miele.

La formica posò la penna e pensò: “Che strano: non me ne ricordo per niente”. Ci pensò su qualche altro momento, poi decise di continuare ugualmente. “Vedrò di ricordarmene” si disse.

Arrivai a una spiaggia di zucchero
e lì c’era la giraffa.
Con una profonda riverenza la giraffa
mi fece accomodare su una sedia di cedro candito.
Accorsero animali da ogni parte:
il rinoceronte, l’orso, lo scarabeo, e anche tu
scoiattolo (può darsi che me ne sia scordata,
ma c’eri anche tu) e tutti gridavano: “Formica!
Formica!”
Io li salutavo con la testa.
Deposero ai miei piedi delle torte e dei budini.
Il sole tramontò per me, e spuntò la luna,
e piovve del miele.
Io tenni un discorso, e tutti caddero gambe all’aria
dalla gran meraviglia (anche tu, scoiattolo),
e corsero a prendere altre torte, budini, e zucchero
e noci candite, e gelatina e biscotti,
e ci costruirono un palazzo tutto per me, e io…

La formica ricordava sempre più cose. Continuò a scrivere per ore e ore, finché scese il buio e le venne fame.
Allora scrisse:

Questa è la prima parte
dei ricordi della formica.
La formica

“È un vero e proprio libro” pensò. “Quindi è per tutti.” Così lanciò i suoi ricordi verso il cielo. Il vento, non sapendo bene cosa farne, li soffiò da ogni parte. E i ricordi caddero lontano lontano, nell’oceano, nel deserto, tra le nevi polari e sulla luna e le stelle.

 TELLEGEN – SCHEFFLER, Lettere dello scoiattolo alla formica, FeltrinelliKids






Il vento distribuisce senza sbagliare le lettere che gli animali si spediscono l'un l'altro. Che strani messaggi deve recapitare! L'elefante invita la chiocciola a ballare; la talpa che soffre di solitudine nelle sue buie gallerie sotterranee, spedisce lettere a se stessa. Lo scoiattolo indirizza alla formica un caldo messaggio in cappotto e berretto e la letterina azzurra della lucciola fa battere il cuore della farfalla notturna.

TELLEGEN – SCHEFFLER, Lettere dello scoiattolo alla formica, FeltrinelliKids