lunedì 16 marzo 2015

Che cos'è un bambino?







ALEMAGNA B., Che cos’è un bambino?, Topipittori


Un bambino è una persona piccola.
È piccolo solo per un po’, poi diventa grande.
Cresce senza neanche farci caso.
Piano piano e in silenzio, il suo corpo si allunga.
Un bambino non è un bambino per sempre.
Un bel giorno cambia.
  


 


Per crescere bisogna mangiare. (A.)







Un bambino può crescere senza accorgersi. (M.)

 



Un bambino ha piccole mani, piccoli piedi e piccole orecchie, ma non per questo ha idee piccole.
Le idee dei bambini a volte sono grandissime, divertono i grandi, fanno loro spalancare la bocca e dire: “Ah!”



Ha piccole mani, piedi... (L.)


I bambini possono mettersi le dita nel naso. (S.)






I bambini desiderano cose strane: avere le scarpe che brillano, mangiare zucchero filato a colazione, ascoltare la stessa storia tutte le sere.

 



Un bambino è una persona piccola e tenera che vuole sempre mangiare il gelato. (S.)






Anche i grandi hanno strane idee in testa: farsi il bagno tutti i giorni, cucinare i fagiolini alburro, dormire senza il cane giallo. “Ma come si fa?” chiedono i bambini.











I bambini piangono perché un sasso è scivolato nell’acqua, perché lo shampoo pizzica gli occhi, perché hanno sonno, perché fa buio.
Piangono forte, per farsi sentire bene.
Per consolarli ci vogliono gli occhi gentili.
E una lucina vicino al letto.









Un bambino che vede una bambina e gli batte il cuore si è innamorato. (C.)






Un bambino è felice. (M.)







Un bambino è cattivo ma poi si calma e non fa più male a nessuno. (S.)







È un giocherellone. (F.)