sabato 21 marzo 2015

Ti conosco primavera

Ti conosco

primavera

vieni sempre all’improvviso

se ti chiamo non mi senti

se t’aspetto non t’importa


Vedi, esco con l’ombrello

col berretto e col cappotto

qui l’inverno dura ancora

non è tempo di sbocciare

State attente, margherite

non fidatevi del sole

Piano, primule e violette

l’erba è ancora secca e dura


Ti conosco

primavera

vieni sempre all’improvviso

sulla pelle io ti sento

le mie gambe fai volare

sotto il mento son contenta

benvenuta

primavera


Giusi Quarenghi, E sulle case il cielo, Topipittori