lunedì 6 luglio 2015

Letture estive per i grandi 1: Dizionario della fiaba


Nella scuola primaria ci sono dei passaggi obbligati, si sa: in prima si impara a leggere e scrivere, in seconda si consolida l’ortografia e in terza si “fa” la fiaba.

Ora, raccontata così fa anche un po’ ridere: chiaro che la fiaba non si “fa”, ma nel linguaggio delle maestre e dei maestri quest’espressione ci sta tutta (in queste settimane sto facendo la fiaba, ci diciamo tra noi).

Io la fiaba ho cominciato a farla in prima, e poi ho continuato in seconda, e naturalmente non mi fermerò certo in terza, proprio quando i contenuti dei programmi la prevedono: i miei bambini sono abituati ad ascoltare i Grimm, Andersen e Calvino, nelle versioni originali e anche in quelle modificate (così confrontiamo, discutiamo e sviluppiamo lo spirito critico).


 A quindici anni dalla sua prima edizione, torna


Il Dizionario della fiaba






di Teresa Buongiorno, edito da Lapis


uno strumento indispensabile per potersi orientare (non a caso, nella prefazione, Vinicio Ongini lo definisce una bussola per i viandanti, piccoli o grandi, ingenui o scaltri, che si avventurano in questo Bosco, fitto di storie, piste narrative, tracce, sorprese, suggerimenti e materiali) in un mondo vastissimo, fatto di migrazioni e di scambi.



[...] Le fiabe sono una grande eredità che ci viene dal passato, non costano, non inquinano e sono strategiche per l'economia dei rapporti umani e per la vita delle generazioni. 
Quindi coltivare fiabe è un esercizio di democrazia. Se fossi il nuvo Capo del  Governo lo direi ai miei ministri."

Vinicio Ongini, Prefazione a Dizionario della fiaba,
di Teresa Buongiorno, Lapis





 Dal sito della casa editrice Lapis http://www.edizionilapis.it/it/libro.php?id=409

Da Perrault ai fratelli Grimm, da Andersen a Calvino: una guida ragionata e di piacevole lettura per districarsi tra le trame, gli autori e i personaggi delle fiabe, per scoprire perché la fiaba non passi mai di moda ma sia nutrimento necessario per tutti. Il Dizionario presenta una selezione di fiabe classiche e moderne, illustrandone origini, varianti, fortuna letteraria, adattamenti al cinema e in TV, figure tipiche, autori e studiosi, in un continuo gioco di rimandi tra paesi e culture diverse, alla scoperta delle radici comuni del nostro immaginario.


«Parlare di fiabe è un’impresa azzardata, vale ancora l’avvertimento di Tolkien: “Il paese delle fate è pericoloso, pieno di trabocchetti per gli incauti e di tranelli per i temerari”. Ma l’autrice di questo Dizionario è un’esploratrice di grande esperienza, procede con cautela e curiosità, munita di quella ‘bombola d’ossigeno dell’entusiasmo’ a cui alludeva Calvino alla fine del suo viaggio nelle fiabe italiane... Il Dizionario che state per consultare è dunque una bussola per i viandanti, piccoli o grandi, ingenui o scaltri, che si avventurano in questo Bosco, fitto di storie, piste narrative, tracce, sorprese, suggerimenti...».

                                               
Vinicio Ongini