lunedì 14 marzo 2016

Ballata, un libro ingannevole e matematico


Blexbolex, orecchio acerbo




" [...] Per sette volte l'invisibile testimone di questo racconto che cresce, percorre il suo tragitto di ritorno da scuola. Ogni volta le cose che vede aumentano in progressione geometrica fino ad essere centoventinove elementi che danno vita a un racconto fantastico, dove sortilegi, rapimenti, sparizioni, viaggi avventurosi, malefici, colpi di fortuna e amori trionfanti si alternano in un sempre più sonoro crescendo di parole. 
È vero, mancano i verbi, mancano gli aggettivi, ma quelli li mettiamo noi che, pagina dopo pagina, ormai rapiti dal racconto, non vogliamo più uscirne."

 Qui l'intero, imperdibile post di Carla Ghisalberti su Lettura Candita



Ed ora, la parola ai bambini: 


Era bello
Entusiasmante e avventuroso
Eroico e fantasioso
Lungo e meraviglioso
C’erano tanti personaggi
Sorprendente
Misterioso e avventuroso
Spaventoso
Strano e divertente
Magnifico e di guerra
Emozionante e sconvolgente
Distruzione e bello
Magico e strano
Strano e con tante ripetizioni
Fantastico e colorato
Misterioso
Luccicante e misterioso
Non mi piaceva tanto
Mi piace perché è scritto in corsivo, dopo è magnifico e colorato


È un libro bellissimo, perché ci sono immagini bellissime e colori molto accesi
È interessante, perché è anche un po’ magico, sembra un po’ magico, e la cosa che mi è piaciuta di più sono stati i colori
È fantastico
È strano
È buffo
È stupendo
Eroico
È immaginario
Beeello, ma secondo me la strega poteva essere più cattiva
Lungo
Ingannevole, perché io cercavo di seguire e dopo un po’ mi sono perso
È bello perché ti aiuta a fare i calcoli di matematica
Sbagliato, perché dovevano arrestare i briganti invece dello sconosciuto
Misterioso, perché prima quell’uomo sconosciuto faceva la parte di uno sconosciuto, poi fa la parte di un supereroe
Curioso, perché già dalla copertina si sa che succederà qualcosa di strano
Le immagini sono al contrario… non tutte
È romantico, perché lo sconosciuto e la regina si baciano