sabato 19 marzo 2016

Ringraziarti desidero, papà



E in giorni come questi mi chiedo perché continuo a insistere, con la poesia, e che sia unica, e personale: e mi dico che non voglio che i bambini imparino ad accontentarsi sempre delle parole e della voce altrui, perché, soprattutto quando conta davvero, bisogna imparare a trovare la propria voce, le proprie parole e, perché no, il proprio stile.