venerdì 3 gennaio 2014

N come notte





Nella notte nulla nulla

Nella notte nera nera
senti il gufo senti il ghiro
e il silenzio tutto in giro.

Nella notte scura scura
parla il vento con le foglie
con parole che non cogli.

Nella notte luna luna
apre in cieli di cotone
un azzurro di laguna.

Nella notte nulla nulla
sfiora il sonno del bambino
mentre dorme nella culla.



Risveglio d’inverno

Pigra notte sposta
spessa coperta nera.
Porta imposta maniglia
schiude sole sbadiglia.
Alba bianca betulla
stiracchia rami braccia.
Nuvole in movimento
sono lente
sonnolente.
Orizzonte montagne innevate
un mucchio di lenzuola
spiegazzate.


CARMINATI C., Poesie per aria, Topipittori








Non mi piaci notte
buia, non mi piaci
sulle scale, non mi piaci
nel mio letto. E neppure mi piace
stare solo con te. Non ti voglio
sulle mani, non ti voglio
nella testa, non ti voglio
intorno a me. Ma se piccola
diventi, sui miei piedi
puoi dormire come una

gatta blu

QUARENGHI G., E sulle case il cielo, Topipittori








Stanotte il cielo
è pieno di buchi,
sono le tarme,
oppure i bruchi?
Stanotte il cielo
mi sembra graffiato,
è stato il gatto,
che si è arrabbiato?
Eppure i buchi
sulla sua pelle,
se non li cuci,
diventano luci.
Eppure i graffi
sulla sua pelle,
se li rammendi,
diventano stelle.

RICCIONI A., Cielo bambino, Topipittori








Il gatto di notte

Gatto che piano giri la notte
gatto che salti sui muri e sui tetti
occhi a fanale, passo felpato
occhi di gatto mai addormentato.
Gatto di notte, gatto stregato
gatto del buio innamorato.
Gatto che canti storie alla luna
portami in sogno un po’ di fortuna.



Il cielo di notte

Il cielo di notte è un lenzuolo magico
è come il mantello di mago Merlino
brilla di stelle d’oro e d’argento
in un fondale tutto turchino.
Il cielo di notte ricopre la terra
colora di blu i prati e i tetti
colora di cielo le strade e le case
i sassi, le bici, i gatti e i folletti.
Il cielo di notte non vuole dormire
e va a giocare con l’amico mare
chi è dentro chi è fuori
si gioca a rimpiattino
chi perde un pesce dovrà baciare.



Arriva la notte

Arriva la notte
nera e scura
ma non è notte
che fa paura.
Arriva la notte
sorride alla sera
accende le stelle
senza premura.
Arriva la notte
col manto stellato
sotto qualcuno
s’è già addormentato.
Arriva la notte
al giorno si alterna
spegni ogni luce
lume, lanterna.
Arriva la notte
petroliera zitta
nel mare dei sogni
naviga diritta.

PARAZZOLI P., Filastrocche del buio e del sonno, Rizzoli