martedì 10 dicembre 2013

T come torta (e Teodoro)

Quale modo migliore per iniziare la settimana che una dolcissima torta?



Per festeggiare un compleanno, cosa c’è di meglio che una bella torta?
Teodoro, il festeggiato, la prepara con l’aiuto di Ciccio, che ha sempre una gran fame.
Com’è divertente seguire la ricetta della nonna! E guardare la torta che lievita in forno è quasi meglio che vedere la tivù.
Suonano alla porta. Che fortuna che Teodoro e Ciccio abbiano fatto una torta! E’ bastata giusto per tutti, ed era buonissima!
Come incomincia:
“Chi bussa alla finestra di Teodoro?
E’ Ciccio che viene a fargli gli auguri. Oggi è il compleanno di Teodoro.
Teodoro è contentissimo. Ma cosa può offrire al suo ospite? Ciccio ha sempre una gran fame!
Prepariamo una torta!
Questa è la cucina di Teodoro. Ci sono un sacco di pentole, mestoli, terrine e zuppiere. Ha avuto quasi tutto da sua nonna, che era molto brava a fare da mangiare.
Ma cos’è che stanno cercando?”
KLINTING L., Teodoro fa la torta, Editoriale Scienza
 



 
Ed ora, tuffiamoci in un mare di dolcezza…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
 
La torta in cielo
Io sono un sognatore,
ma non sogno solo per me:
sogno una torta in cielo
per darne un poco anche a te.

Una torta di cioccolato
grande come una città,
che arrivi dallo spazio
a piccola velocità.

Sembrerà dapprima una nuvola,
si fermerà su una piazza,
le daremo un’occhiatina
curiosa dalla terrazza…

Ma quando scenderà
come una dolce cometa
ce ne sarà per tutti
da fare festa completa.

Ognuno ne avrà una fetta
più una ciliegia candita,
e chi non dirà «buona!»,
certo dirà «squisita!»

Poi si verrà a sapere
(e la cosa sarà più comica)
che qualcuno s’era provato
a buttare una bomba atomica,

ma invece del solito fungo
l’esplosione ha provocato
( per ora nel mio sogno)
una torta di cioccolato.
Gianni Rodari