giovedì 10 ottobre 2013

Inizia con PA


Ieri lunga e proficua attività di ricerca, illustrazione e scrittura di parole che iniziano con PA.
Abbiamo iniziato con alcune parole suggerite dai bambini per alzata di mano:


Poi, per evitare il rischio, già evidente dopo poche settimane, di ascoltare spesso le solite voci, mentre alcuni rimangono attenti osservatori, ho distribuito ad ognuno un foglietto di carta e ho chiesto loro di disegnare una cosa, un animale o una persona che iniziasse con la sillaba PA.

In questo modo ho scoperto riflessioni attente sulle parole, insospettati bagagli lessicali, qualche comprensibile errore, che talvolta siamo riusciti a trasformare in una parola coerente alla richiesta (la bambina che gioca in spiaggia ci ha fatto pensare alla PALETTA, i bambini che giocano in cortile sono diventati una PARATA, mentre una palla leggermente ovoidale e con dei segni sulla superficie è stata letta come PANE)...




Un discorso a parte merita la parola illustrata da questo schizzo




Convinta di essere riuscita a interpretarlo, ho chiesto all’autore di non dire cosa avesse rappresentato, ma di farlo indovinare ai compagni. Le risposte sono state le più disparate, ma nessuna si avvicinava alla soluzione, per me assolutamente naturale.

Quando, sorridendo sicura di me e della mia intuizione (naturalmente avevo pensato alla parola PACE), ho chiesto al bambino di spiegare ai compagni quale parola avesse rappresentato, la risposta è stata PATTO. Stupita, gli ho chiesto di spiegarne il significato, e lui mi ha risposto con un sinonimo: promessa.




 


Per una volta, anche la maestra è rimasta quasi senza parole (e ha fatto un PATTO con i bambini: sarebbero presto usciti in giardino a giocare)!




E come premio,



 
Altra mattinata, altra classe, altre parole…