giovedì 17 luglio 2014

Capretti caproni

Una fiaba tradizionale adattata da Olalla Gonzalez e illustrata da Federico Fernandez. 

Mentre leggevo mi tornavano alla mente Riccioli d'oro e i tre orsi, e i tre porcellini; ovvero le storie dove si passa da un piccolo, a un medio, a un grande, con alterne fortune. Talvolta sono i piccoli, scarsamente considerati, a risolvere, con un guizzo d'ingegno, situazioni difficili o pericolose. Qui, invece, è il capretto caprone più grande, con forza e coraggio, a liberare per sempre il ponte dal temibile orco che lì vive. 

A quando la rivincita dei mezzani?




Come incomincia:

C'erano una volta tre capretti caproni che vivevano sulla montagna:
un capretto caprone piccolo,
un capretto caprone mezzano
e un capretto caprone grande.

Il capretto caprone piccolo
aveva una barbetta piccolina
e delle corna molto corte.

Il capretto caprone mezzano
aveva una barbetta né grande né piccola
e delle corna né lunghe né corte.

Il capretto caprone grande
aveva una barbetta lunga
e delle corna lunghe e ricurve.

GONZALEZ O. - FERNANDEZ F., Capretti caproni, Kalandraka

http://www.kalandraka.com/it/collezioni/raccolta-nome/particolare-del-libro/ver/capretti-caproni/