giovedì 31 luglio 2014

Ma tu lo sai cos'è un vombato?

Rido. Anzi: ridiamo in due, io e Cristiana. Le ho appena fatto leggere

Ma tu lo sai cos'è un vombato?




un piccolo libro scoperto da poco e che non vedo l'ora di leggere in classe ai miei bambini.

A quattordici anni si è troppo grandi per ridere di ciò che fa ridere i piccoli, e troppo moderni per ridere di ciò che fa ridere i genitori.
Ma non si può resistere al vombato, alla sua pigrizia, alle sue lente, ma efficaci, manovre di avvicinamento agli umani, e soprattutto alle carote e ai fiocchi d'avena.

Sarà davvero così facile ammaestrarci?


Come incomincia:

Lunedì

Mattina: Dormito
Pomeriggio: Dormito
Sera: Mangiato erba
Grattato
Notte: Mangiato erba

Dormito


Martedì

Mattina: Dormito
Pomeriggio: Dormito
Sera: Mangiato erba
Notte: Mangiato erba. Deciso che l'erba è noiosa. Grattato. Faticoso raggiungere pulci

Dormito


Mercoledì

Mattina: Dormito
Pomeriggio: Bella giornata nuvolosa
Trovato il perfetto bagno di polvere
Scoperta una piatta, pelosa creatura che ha invaso il mio territorio
Combattuto la battaglia decisiva con la creatura piatta e pelosa.
Vinto.
Chiesto una carota..."

 
FRENCH J., Ma tu lo sai cos'è un vombato?, Salani