mercoledì 10 settembre 2014

Se fossi...


Anche il gioco del"Se fossi..." stimola riflessioni e condivisioni utili a conoscere meglio se stessi e gli altri. E' possibile partire dalla lettura di





un libro semplice e delicato, con cui riflettere con i bambini su sogni e desideri, tra fantasia e realtà.


Come incomincia:


“Se fossi un gigante

salirei in cima al mondo

per vedere…

…se è vero che è rotondo!

Se fossi una cicala

canterei anche di notte.

Insieme ai grilli

farei una serenata

a quella bella bimba…

…che sorride addormentata.

Se fossi un panda

mi cercherei un amico.

Non importa se bianco,

non importa se nero.

Soltanto un amico…

…un amico sincero.”


BARIGAZZI M., Se fossi…, Valentina Edizioni




E se nei primi disegni dei bambini prevale l’aderenza al testo narrato


alcuni tra quelli più personali non sono certo da meno in quanto a ispirazione poetica!



Se desideriamo ampliare questa attività, possiamo realizzare, oralmente oppure graficamente, sul quaderno o su un foglio, il gioco del

SE FOSSI…

Pieghiamo un foglio in 8 parti e su ognuna scriviamo


SE FOSSI... SAREI ...

Decidiamo poi con i bambini quali categorie vogliamo prendere in considerazione. Alcuni esempi tra i più apprezzati: ANIMALE, CIBO, DOLCE, GIOCO, FESTA, OGGETTO, LIBRO, STAGIONE, GIORNO DELLA SETTIMANA…

In ogni spazio scriviamo una categoria e chiediamo ai bambini di completare con la parola adatta e con il disegno.



Ed ora...spazio alla poesia:




SE FOSSI ALBERO

Se fossi albero

allungherei le radici

nella terra come mani

in un sacco di oro zecchino

Pianterei i rami nel cielo

per confondere le farfalle

Guarderei il vento in faccia e

gli farei lo sgambetto

Se fossi albero

avrei calzoni di legno

con le tane nelle tasche, qui

uno scoiattolo con una spanna

di coda, qui tre uova di gufo

da covare, in quest’altra

un nido di picchio, qualcuno

che mi fa solletico

ogni tanto



SE FOSSI CANE FAREI PACE


Se fossi cane farei pace

col gatto

Se fossi gatto farei pace

col topo

Se fossi leone farei pace

con la gazzella

Se fossi lupo farei pace

con l’agnello

Se fossi fuoco farei pace

con l’acqua

Se fossi carta farei pace

con le forbici

Se fossi me farei face

eccome

farei pace certo farei pace

anch’io

Ma perché solo a me

tocca far pace

con chi è come me?

Non vale


Giusi Quarenghi, E sulle case il cielo, Topipittori