sabato 21 novembre 2015

Chiama IL DIRITTO, risponde IL DOVERE



In un tempo giustamente attento ai diritti dell’infanzia, un libro quantomai necessario per i nostri bambini:

Chiama il diritto, risponde il dovere




di Anna Sarfatti, Mondadori



"Ho il diritto di essere rispettato qualunque sia il colore della mia pelle, il mio genere, il paese da cui provengo, la lingua che parlo, la mia religione, il mio stato di salute, le mie condizioni sociali.

Lei è cinese e io italiano.
Tu sei cattolica, lui musulmano.
Scarpette lucide o lacci sciolti,
a tutti il diritto di essere accolti.

Ho il dovere di rispettare gli altri qualunque sia il colore della loro pelle, il  genere, il paese da cui provengono, la lingua che parlano, la religione, lo stato di salute, le condizioni sociali.

Una poesia è fatta di versi
come i bambini, tutti diversi.
Ognuno e tutti siamo importanti,
dobbiamo accoglierci tutti quanti!


Ho il diritto di non essere offeso da compagni e adulti.
Ho il dovere di non offendere i compagni e gli adulti.


Ho il diritto di essere protetto da chi mi fa del male.
Ho il dovere di no fare del male ai miei compagni.


Ho il diritto di esprimere sentimenti e opinioni.
Ho il dovere di rispettare i sentimenti e le opinioni degli altri.


Ho il diritto di essere aiutato a capire le cose difficili.
Ho il dovere di aiutare chi è in difficoltà.


Ho il diritto di avere adulti che si assumano la responsabilità della mia crescita e della mia istruzione.
Ho il dovere di ascoltare quello che gli adulti mi dicono e di assumermi le mie responsabilità.


Ho il diritto di imparare e fare esperienze che mi aiutino a crescere.
Ho il dovere di imparare anche le cose che non mi piacciono. […]"

SARFATTI A., Chiama IL DIRITTO, risponde IL DOVERE, Mondadori