mercoledì 20 gennaio 2016

Dalla parola alla poesia (2^ parte): La sintassi delle parole



Avendo lavorato su articoli, verbi e aggettivi che ben si accordano alla parola parole, il naturale passaggio successivo è stato usarle per formare delle frasi.

Abbiamo ricordato che possono essere definiti tali sono degli insiemi ordinati e sensati di parole.

Abbiamo quindi scritto alcune frasi minime: le prime formate da soggetto e predicato verbale, le seconde da soggetto e predicato nominale. Non ho ancora spiegato questa distinzione ai bambini: mi è bastato dire loro che nel primo caso abbiamo unito a Le parole un verbo, nel secondo il verbo sono più un aggettivo.

Per concludere la produzione scritta, abbiamo arricchito le frasi minime: prima insieme, poi a coppie.








 


Le parole dipingono un quadro di frasi.

 









Le parole lasciano un'impronta.

 





Le parole urlano di tutto.






Le parole sono noiose quando non hanno significato.




Le parole sono bellissime e lucenti.





Le parole cantano delle melodie
.



Le parole sono amiche quando si uniscono e formano frasi.




Le parole ballano a mezzanotte con la musica quando noi dormiamo.




Le parole feriscono quando noi ci diciamo cose brutte.





Le parole addolciscono come un fiore d'estate.




Le parole sono pigre quando non vogliono fare niente.




Le parole spiegano il significato di parole che non conosciamo.




Le parole sono belle quando si truccano.




Le parole sono pigre.