venerdì 8 gennaio 2016

#soloparolebelle, ovvero I compiti per le vacanze



Oltre ai “lavoretti”, c’è un’altra incombenza scolastica che non amo particolarmente: i compiti.

Così come sono una convinta sostenitrice dello studio e della lettura individuale, non sono altrettanto certa della validità dei compiti scritti: nel corso degli anni, ho sviluppato la convinzione che proprio nello svolgimento dei compiti si evidenzino le differenze più evidenti tra i bambini più seguiti e quelli che, per mille ragioni, più o meno valide, seguiti non sono e devono imparare fin da subito a sbrigarsela da soli. Ottimo obiettivo a lungo termine, l’autonomia, ma fondare parte della validità del proprio lavoro su attività da svolgersi a casa, in condizioni di vantaggio o svantaggio estremamente diverse, mi sembra, prima ancora che settario e classista, molto rischioso.

Così, anche durante queste vacanze, ho chiesto ai bambini un solo compito scritto:

#soloparolebelle

ovvero la realizzazione, con qualsiasi stile o tecnica, di un elaborato in cui scrivere, ed eventualmente illustrare, una parola bella per ogni giorno delle vacanze.


E se mi è parso di capire che questo compito sia stato svolto con entusiasmo, sappiamo altrettanto bene che ci sono giorni, sia pur di festa o vacanza, che belli non sono. Per qualcuno questo è stato un periodo molto vicino al lutto per la perdita di una persona cara: ma trovare tra le parole belle ricordo -di un nonno da poco scomparso- o lealtà -dopo un litigio tra fratelli-, mi fa ben sperare.



Questi alcuni dei lavori più significativi:






























Uno spazio particolare merita il libretto di un bambino, che ha scritto, e soprattutto illustrato con maestria e dovizia di particolari, ogni pagina. Ve lo propongo completo:















E perché la pratica della ricerca di parole belle in ogni giornata, anche e soprattutto in quelle che sembrano destinate solo ai pensieri storti o tristi, continui, ci siamo inventati un calendario che ci accompagnerà fino al termine della scuola: