mercoledì 11 maggio 2016

Storia piccola (2^ parte), ovvero I bambini sanno scrivere



20 minuti di tempo, un amico (spesso l’amico) accanto, un foglio bianco, una penna e l’inizio di un bel libro: spesso non serve altro perché i bambini scrivano degli autentici capolavori.

N.B. Tutti i testi fotografati sono scritti in prima copia.
 



C’era una volta l’infinito.
E dentro l’infinito c’era una galassia.
E dentro la galassia c’erano le stelle.
E dentro le stelle c’erano le molecole.
E sotto le molecole c’era la materia.
E sotto la materia c’era l’invenzione.
E dentro l’invenzione c’era il pensiero.
E dentro il pensiero c’era la genialità.
E dentro la genialità c’era l’intelligenza.
E dentro l’intelligenza c’era l’uomo. […]

(Matilde e Sofia, 9 anni)






C’era una volta l’infinito.
E dentro l’infinito c’era un buco nero.
E dentro il buco nero c’era la luce.
E dentro la luce c’era la bontà.
E dentro la bontà c’era un bambino.
E dentro il bambino c’era un’esplosione di divertimento.
E dentro l’esplosione c’era una galassia.
E dentro la galassia c’era un sistema.
E dentro il sistema c’era un pianeta.
E dentro il pianeta c’era l’Italia.
E dentro l’Italia vivevano due bambini.
Vi presento Luca e Matteo.

Luca e Matteo, 9 anni






C’era una volta l’infinito.
E dentro l’infinito c’era uno spazio.
E dentro lo spazio c’era una galassia.
E dentro la galassia c’era il mondo.
E dentro il mondo c’era un continente.
E dentro il continente c’era una regione.
E dentro la regione c’era una città.
E dentro la città c’era un parco.
E dentro il parco c’era un’altalena.
E sopra l’altalena c’era una bambina.
E la bambina si chiamava Rachele.

Giada e Sofia, 9 anni






Premessa: “Noi avevamo fame”

C’era una volta l’infinito.
E dentro l’infinito c’era un panino.
E dentro il panino c’era la Nutella.
E dentro la Nutella c’era il mondo.
E dentro il mondo c’era la scuola.

Yuri e Jacopo, 9 anni