martedì 8 novembre 2016

Dalle radici alla Terra - Radici


Il mestiere più nobile che esiste su questa terra è fare la maestra

Come resistere ad un esperto, Hans Hermans di Leone Nano, che inizia un incontro con i tuoi ragazzi con questa frase?
Ma poi, subito, una provocazione, una fra le tante: 

Maestre, dovete fare delle domande a cui non sapete dare una risposta

Non è vero che alle domande c’è una sola risposta: un colore più un altro colore non fa due colori, ma fa un altro colore



E il cantastorie Hans inizia a narrare:


Quando sono nato non avevo ancora un nome
Né mia mamma né mio papà sapevano se ero un maschio o una femmina
Nessuno mi ha potuto metter dentro delle aspettative; nessuno mi ha potuto metter dentro un progetto
Ai miei tempi non c'era il girello: così ho imparato a camminare tenendo la mano di mia madre, la mano di mio padre, perciò ci ho messo quasi due anni
Camminavo su due gambe 






Era ora di andare a scuola: se la maestra è brava, può trasformare quelle due gambe in ali
E allora puoi volare


E se tu vuoi essere un bravo pilota, alle scuole superiori dentro le ali ti metteranno i freni. Il difficile del volare è atterrare







Quando ho fatto tutte le scuole, mia mamma mi ha detto: Hans, è ora che ti metta a volare.


E sono partito
Ho volato, e volato
Poi mi è arrivata una certa stanchezza, ed è arrivata l’ora di riposare



In volo, ho incontrato un'uccellina, a cui ho chiesto dove potessi riposare.
"Vicino al fiume c’è un faggio: lì potrai riposare"
"Non è che vorresti venire a riposare un po’ con me?"
"Ma io non ti conosco…"
"Se vuoi, ti racconterò la mia storia"
E lei ha risposto: “Sì, vengo”
Così ho chiuso le ali al momento giusto, e ho trovato una persona che le ha chiuse vicino a me





Noi siamo stati molto più piccoli di un seme…
Fa un po’ paura…è una cosa strana









Dentro il seme c'eravamo già noi

 








Non c’è nessuno che non possa raccontare la sua storia
Da dove vengo?
Cosa mi ricordo dell’infanzia della mia mamma e del mio papà?


Oggi volevo soprattutto che ci occupassimo del nostro passato, di quel che c’era quasi prima di noi, delle nostre radici. Il disegno di sotto terra
Ci occupiamo del tempo passato, quando c’eravamo, ma non c’eravamo ancora


Le storie si devono anche raccontare con le mani, non solo con le parole



Le nostre radici



















I nostri rami



































Rami




e radici 






Per conoscere bene l’albero genealogico, io voglio insegnarvi un nuovo modo di leggere
La lettura da sinistra a destra, da destra a sinistra, dall'alto in basso, dal basso in alto: questi modi diversi di leggere, li chiamo lettura superficiale
Io sto insegnando ai bambini a leggere in profondità

 





Dove vanno le parole?
Dal fondo in superficie