martedì 15 novembre 2016

Dieci oggetti in valigia, ovvero Oggetti per parlare di sé



Sono sempre più convinta che i progetti che si avvalgono di esperti esterni siano tanto più efficaci per la scuola quanto più gli insegnanti sono in grado di utilizzarne e potenziarne attività e suggestioni per ricadute didattiche nella vita quotidiana della classe. 

Così, dopo che Matteo ha condotto due incontri in cui i ragazzi hanno dovuto ricostruire l’identità di un personaggio misterioso attraverso gli oggetti contenuti nella sua valigia (non tutti potevano vedere gli stessi oggetti, e questo ha dato luogo a identikit significativamente diversi tra loro, nonché ad un’attenta riflessione tra ciò che è probabile e ciò che invece ci piace pensare)











ho chiesto ai ragazzi di raccontarsi attraverso dieci oggetti contenuti nella propria valigia.

Dopo aver letto tutti gli elenchi e aver giocato a riconoscerne gli autori, ognuno ha descritto alcuni degli oggetti elencati; in questo modo, la descrizione di sé è passata attraverso la descrizione di oggetti.