martedì 16 luglio 2013

Altri amici con la Z




Quando si ha voglia di giocare al mattino con mamma e papà, bisogna essere sicuri che siano svegli. Se non sono ben svegli, si può portar loro una tazza di caffè. Ma se si rovescia quasi tutto il caffè, bisogna trovare un'altra soluzione.

GAY M., Zou, Babalibri






Zeb parte per il campo estivo. Vuole dimostrare a tutti di essere grande ma sa che gli mancheranno i baci di mamma e papà. "Non ti preoccupare, sappiamo come fare", gli dicono i genitori. E così preparano un'abbondante scorta di baci. A Zeb, quando si sentirà triste, basterà aprire la scatola e prendere un fogliettino con su i baci di mamma e papà. La scorta di baci consolerà non solo Zeb ma anche molti suoi compagni di viaggio.

GAY M., Zeb e la scorta di baci, Babalibri







Pipetto vuole andare in Africa come Ginetta, la sua amica rondine. Con Zigomar, il merlo che sa tutto, parte e arriva in un paese pieno di animali strani. Sarà questa l'Africa?

CORENTIN P., L'Africa di Zigomar, Babalibri





Dimenticate le vostre certezze: della vostra città conoscete solo una piccola parte, quella visibile. Sotto la superficie, infatti, esiste il mondo degli Zefirotti, esseri meravigliosi perché grazie a loro esistono le città. Nessuno sa per esempio che Parigi è “gonfiabile”. Gli Zefirotti scavano delle gallerie ovunque, dentro i muri delle case, nei monumenti, nel sottosuolo, nel sotto-sottosuolo e ancora più giù per far circolare l’aria grazie alla quale le città stanno in piedi. Questo è il racconto di una grande battaglia che salvò Parigi.


PONTI C., La notte degli Zefirotti, Babalibri






Questo libro, pieno di divertimento e di colore, affronta un tema delicato: quello della discriminazione cui spesso vengono fatti oggetto i bambini che si trovano bene "nei panni dell'altro". Avviene spesso che il maschietto voglia vestirsi da bambina e giochi con le bambole sognando di fare la ballerina o che la bimba voglia vestirsi da maschio e sogni di fare il calciatore. Questo libro, che parla ai bambini con il loro linguaggio della libera esplorazione della propria identità e del rispetto di quella dei compagni, è anche un invito agli adulti perché ne accompagnino senza ansia la crescita.



SALVI M., Nei panni di Zaff, Fatatrac








La strega Zelda, la regina del paese delle streghe, ti invita alla sua festa di compleanno. Ha passato gli ultimi mesi indaffarata nei preparativi e vuole anche te alla sua festa. Ha commissionato una specialissima torta di compleanno a una banda di cuochi ubriaconi. La vuoi provare?

TATCHEVA E., Zelda la strega e la torta di compleanno, La Nuova Frontiera Junior