venerdì 5 luglio 2013

S come Sottosopra


C'era una volta una montagna. 
E c'erano due paesi, uno sulla cima della montagna, l'altro ai piedi.
Quello sulla cima si chiamava il Paese di Sopra, quello ai piedi si chiamava il Paese di Sotto.
Tra i due paesi non c’era via di comunicazione: solo una stradina tutta curve, come una sciarpa di lana, che andava giusto giusto dalla porta del Paese di Sopra alla porta del Paese di Sotto e, naturalmente, viceversa…


BELLEMO – GERLI, Sottosopra, zoolibri




Una sottile linea rossa divide in due le pagine, e i paesi: quello di sopra e quello di sotto. Gli abitanti non sarebbero così diversi, se solo provassero a conoscersi…

Come incomincia:

“Esistono due tipi di abitanti.
Quelli di sopra e quelli di sotto.
Quelli di sopra vivono come quelli di sotto.
E quelli di sotto come quelli di sopra, però al contrario.
Quelli di sopra pensano che quelli di sotto siano diversi.
Quelli di sotto pensano che quelli di sopra siano diversi.
Però sono tutti uguali, nonostante ci siano delle piccole differenze.”

VALDIVIA P., Quelli di sopra e quelli di sotto, Kalandraka





Tim e Tom decidono di giocare insieme. Ma mentre uno vuole scavare una tana, l'altro sogna di costruire una collina. E siccome nessuno dei due intende rinunciare alla sua idea, cominciano a bisticciare e si separano. Eppure, anche se i loro progetti sembrano l'uno il contrario dell'altro, in realtà hanno molto in comune! Quando infine faranno la pace, le due piccole talpe scopriranno che insieme si possono fare meraviglie...

Come incomincia:

“Due piccole talpe oziano distese su un prato, al sole.
-Giochiamo?- propone Tim.
-Sì, buona idea!- risponde Tom.
-Cosa possiamo fare?
-Non so…che ne dici di costruire qualcosa?
-Fantastico!- esclama Tom. –Ho sempre sognato di costruire una collina. Grande, alta fin al cielo!
-Una collina…uffa, che noia!- ribatte Tim. –Scavare una tana, questo sì sarebbe divertente.
-Un buco?- si meraviglia l’amico. –Noi talpe viviamo sottoterra. Per una volta che esci, non trovi niente di meglio da fare?!
-La mia mamma dice sempre che bisogna scavare molto, per diventare grandi e forti- insiste Tim.”

 
PFISTER M., Sottosopra…soprasotto, Nord-Sud Edizioni

 
Un libro da leggere…a 180°!
TESSARO G., Uomini sottosopra, Artebambini