venerdì 24 maggio 2013

F come Federico





L’inverno si avvicina e i topini pensano alle scorte. Giorno e notte si danno da fare per raccogliere grano e noci. Tutti, tranne Federico. Lui è impegnato a raccogliere i raggi del sole per i gelidi giorni d’inverno, i colori per la grigia stagione fredda e le parole per quando rimarranno senza nulla da dirsi.

E finalmente l’inverno arriva…

Un inno alla poesia, in un mondo dominato dal fare.

 
Come incomincia:

 
“Lungo il prato, dove un tempo pascolavano le mucche, c’era un vecchio muro.

Fra le pietre del muro, vicino al granaio, cinque allegri topi di campagna avevano costruito la loro casa.

Ma quando i contadini avevano abbandonato la fattoria, il granaio era rimasto vuoto. L'inverno si avvicinava e i topolini dovettero pensare alle scorte. Giorno e notte si davano da fare a raccogliere grano e noci, fieno e bacche. Lavoravano tutti. Tutti tranne Federico

 
LIONNI L., Federico, Babalibri Milano 2005

LA CONSONANTE F

 
Proposte didattiche: lingua italiana

 
L’insegnante, dopo aver letto la storia, scrive alla lavagna il titolo (eventualmente completandolo con autore e casa editrice) e chiede ai bambini di ricopiarlo sul quaderno, per poi illustrare un passaggio significativo del racconto. Suggerisce agli alunni di lasciare almeno nove quadretti (considerando quelli da 1 cm) dal basso e di tracciare con la matita una linea, al di sotto della quale sarà possibile scrivere la didascalia.

I bambini che lo desiderano potranno lavorare in autonomia, gli altri si avvarranno dell’aiuto dell’insegnante nel momento della produzione scritta.

In alternativa, o in aggiunta, è possibile scansionare la copertina e distribuirne copia a colori rimpicciolita per ogni bambino.

 
Sotto verrà scritta una frase che contenga alcune F, ad esempio:
FEDERICO FA FUGGIRE IL FREDDO INVERNO
 
facendo scrivere o ripassare in rosso la consonante F.
 
In seguito l’insegnante proporrà agli alunni di drammatizzare la storia: a turno, cinque bambini interpreteranno i topi protagonisti, utilizzando il movimento corporeo ed i dialoghi.
 
Nomi propri
 
Dei topini della storia, l’unico ad avere un nome proprio è Federico: proponiamo ai bambini di trovare un nome per ogni topo. Attenzione, però: devono cominciare tutti con la consonante F, e possono essere sia maschili che femminili.
 
F come…
 
Ogni bambino pensa ad una parola che inizia con la consonante F, la dice ai compagni e tutti la scrivono sul quaderno. Se la parola contiene lettere non ancora conosciute, può essere accompagnata dal disegno, che ne facilita la lettura.
 
F come Frutta
 
Proponiamo ai bambini di pensare (ed eventualmente scrivere) i nomi dei frutti conosciuti.
 
Federico e i colori
 
Scriviamo alla lavagna la frase
IL TOPO FEDERICO RACCOGLIE I COLORI
e chiediamo ai bambini di ricopiarla sul quaderno. Poi chiamiamoli a turno perché dicano il nome di un colore. Scriviamolo alla lavagna, disegnando accanto una macchia del colore corrispondente.


Arte e immagine


 
Le illustrazioni di Lionni ben si prestano ad essere riprodotte dai bambini, anche con tecniche diverse. In questo caso, scegliamo con gli alunni una o più tavole e proponiamo loro di realizzare la preferita.

Con cartoncini di diverse tonalità di grigio (o con carta precedentemente dipinta dai bambini stessi) realizziamo il corpo dei topini disegnandone e ritagliandone la sagoma. Poi ritagliamo orecchie, coda, zampe ed aggiungiamole al corpo. Infine, intorno al soggetto principale, creiamo lo sfondo scelto, utilizzando la tecnica preferita (collage di carte e materiali diversi, acquarello, colori a tempera, pastelli...).

E’ possibile suggerire ai bambini di realizzare sequenze diverse, così da poterle unire in un unico libro, oppure creare un grande cartellone, da appendere in classe.

 

Matematica


 
I topini protagonisti della storia sono cinque. Lavoriamo sul numero 5, ipotizzando addizioni e sottrazioni (Quanti sono i topini senza Federico?) e utilizzando le immagini stesse del libro.

 

Geografia


 
E’ possibile lavorare sui concetti topologici: SOPRA – SOTTO il muro, DENTRO – FUORI il rifugio ecc… (ipotesi di schede che riprendano i concetti topologici).