martedì 7 maggio 2013

Nel paese dei mostri selvaggi...quando la rabbia trasforma in mostri!


















Il piccolo Max, travestito da lupo, viene mandato in castigo in camera sua. Ma ecco che in quella stessa camera cresce una foresta sempre più fitta, e si forma persino un mare, che porta Max fin nel paese dei mostri selvaggi; ed essi "ruggirono terribilmente, digrignarono terribilmente i denti, rotearono tremendamente gli occhi e mostrarono gli artigli orrendi.." (avete notato quante R?), ma poi "proclamarono che lui era il più mostro selvaggio di tutti"...

Riuscirà però Max a tornare a casa, dove lo aspetta la sua cena fumante?

Come incomincia:


“Quella sera Max si mise il costume da lupo e ne combinò di tutti i colori e anche peggio.

La mamma gli gridò: - MOSTRO SELVAGGIO!- e lui le rispose: - E IO TI SBRANO-.

Così fu mandato a letto senza cena.”


SENDAK M., Nel paese dei mostri selvaggi, Babalibri Milano1999